La Porta Villalta è una delle porte di accesso alla città di Udine, situata nella parte nord del centro storico. È stata costruita nel 1596 su progetto dell’architetto Andrea Palladio, ed è stata la prima delle quattro porte di accesso alla città commissionate dall’allora governatore di Udine, Antonio Grimani.

Questa porta si presenta come un grande arco in pietra, con una serie di decorazioni in stile rinascimentale. Sopra l’arco si trova un tondo con lo stemma di Udine, mentre ai lati sono presenti le statue di due leoni rampanti.

Il nome Villalta deriva dal fatto che la zona circostante la porta era un tempo occupata da un vasto vigneto appartenente alla famiglia Villalta, una delle più importanti della città.

Nel corso dei secoli, la porta ha subito numerose modifiche e restauri, tra cui la rimozione delle fortificazioni che la circondavano, avvenuta nel XIX secolo.

Oggi la Porta Villalta è considerata uno dei simboli della città di Udine e costituisce un’importante attrazione turistica. Grazie alla sua posizione centrale, infatti, è possibile ammirarla mentre si passeggia per il centro storico o si attraversa il ponte sul fiume Torre.

Ogni anno, inoltre, questo è il punto di partenza e arrivo della celebre “Marcia di San Giorgio”, una manifestazione che si tiene il 23 aprile e che vede la partecipazione di migliaia di persone provenienti da tutta la regione.

Inoltre, la porta è stata anche utilizzata come location per diverse riprese cinematografiche, tra cui quella del film “Novecento” di Bernardo Bertolucci.

In definitiva, la Porta Villalta rappresenta uno dei simboli storici e culturali più importanti della città di Udine, e costituisce un’attrazione imperdibile per tutti coloro che visitano la città.

Nei dintorni

La Porta Villalta è un punto di partenza ideale per scoprire le bellezze del centro storico di Udine, ma anche per esplorare le sue zone circostanti. Ecco alcuni dei luoghi da non perdere nelle vicinanze di questa porta d’accesso alla città friulana.

Piazza Matteotti: a pochi passi dalla Porta si trova Piazza Matteotti, una delle piazze più importanti e vivaci di Udine. Qui si affaccia il Palazzo del Comune, con la sua imponente torre campanaria, e il Palazzo Antonini, sede del Museo Friulano di Storia Naturale. La piazza è circondata da negozi, caffè e ristoranti, ed è un luogo perfetto per una passeggiata o per gustare una prelibatezza locale.

Palazzo Morpurgo: poco distante dalla Porta si trova Palazzo Morpurgo, uno dei più interessanti edifici storici di Udine. Costruito nel XVI secolo, il palazzo presenta una facciata riccamente decorata in stile rinascimentale, con un grande portale d’ingresso sormontato da un balcone con parapetto in ferro battuto. Oggi il palazzo ospita la sede dell’Ordine degli Avvocati di Udine.

Parco della Rimembranza: situato sulla collina di San Daniele, poco distante dalla Porta, il Parco della Rimembranza è un’oasi di pace e tranquillità. Qui si può ammirare una splendida vista panoramica sulla città di Udine e sulla pianura friulana, e passeggiare tra boschi di querce e castagni, giardini e fontane.

Castello di Udine: a pochi minuti a piedi dalla Porta Villalta si trova il Castello di Udine, uno dei simboli della città. Costruito nel IX secolo, il castello è stato ampliato e modificato nel corso dei secoli, fino a raggiungere l’aspetto attuale. Oggi ospita il Museo Civico di Udine, che raccoglie importanti collezioni di arte e storia locale.

Chiesa di San Francesco: poco distante dalla Porta si trova la Chiesa di San Francesco, un’importante testimonianza della cultura religiosa di Udine. Costruita nel XIII secolo, la chiesa presenta un’architettura romanica-gotica, con un ampio portale d’ingresso e un rosone a raggiera sulla facciata. All’interno si possono ammirare affreschi del XIV e XV secolo e una grande Crocifissione in legno del XVII secolo.

In definitiva, la Porta Villalta è un punto di partenza ideale per scoprire le bellezze di Udine e delle sue zone circostanti. La città offre una vasta scelta di luoghi da visitare, tra arte, cultura, storia e natura. Inoltre, rappresenta una meta imperdibile per chi vuole scoprire le meraviglie del Friuli Venezia Giulia.